AMBIL- IL TABACCO CHE CURA

AMBIL- IL TABACCO CHE CURA

Ambil è una pasta di tabacco, che utilizza tabacco coltivato biologicamente utilizzata da diversi popoli dell’Amazzonia nordoccidentale . Il tabacco viene cotto e pulito con cura, che si ottiene dalla cottura di foglie di tabacco ( Nicotiana rustica ), miscelato con i sali vegetali. Secondo la tradizione amazzonica e il mito dell’origine, Ambil è una centrale elettrica che consente all’uomo di purificare e guarire per ricevere la guida di Dio e degli Spiriti.

L’ambil rappresenta il pensiero originale. Il pensiero di Dio, la connessione con il pensiero universale.
Il consumo di ambil è comune tra i gruppi linguistici di Chibcha della Colombia settentrionale, i popoli tradizionali e l’Amazzonia nord-occidentale come Kogui, Andoque e Ijka, nonché nella riserva Predio Putumayo (tra le regioni di Caquetá e Putumayo). Si trova anche tra Uitoto, Bora, Yukuna del fiume Miriti-Parana e gruppi del fiume Apaporis.
L’ambil, come tabacco da fiuto, fumo di pipa, spurgo, clistere e liquido nasale, è arrivato e continua ad essere utilizzato dalle culture tradizionali del Sud America in un contesto medicinale, rituale e sacro. Il tabacco in ambil e usato nel mambeadero dagli uomini per scambiare parole e prendere decisioni di vitale importanza per la comunità, non è tanto un modello per il processo decisionale, ma un’etica per il processo decisionale.
Nella cultura uitoto, offrire ambil è un segno di amicizia, rifiutandolo come un segno di ostilità. È considerata una sostanza sacra che dà vita, protezione, socializza e fornisce discernimento morale.

Inoltre, l’ambil stimola il risveglio di coscienza  della persona, portandola ad uno stato di piena e vigile consapevolezza della propria mente, delle proprie emozioni e del proprio corpo in modo tale da riconoscere la presenza del male minaccioso mediante formicolio di sensazioni alla schiena e la pelle, o attraverso le dita dei piedi, che percepiscono la terra allo stesso modo delle radici del tabacco.

Per la Muinane, lo spirito di tabacco è il respiro e che una persona si prepara, possiede e utilizza ambil dimostra che la sua parola ha valore per la comunità. La parola uitoto per ambil è yera , dove si intende “comportamento” e il suffisso -ra “sostanza”, quindi per loro ambil significa “sostanza di comportamento”. Il concetto di Yetárafue ( ye- ‘comportamento’; -ta- ‘make’; -rafue ‘parola’) Significa “Parola per comportarsi” (o “Parola di disciplina”) ed è la base per prendersi cura della famiglia. E dato il rigore e la disciplina necessari per la preparazione di Ambil, possedere e usare Ambil è anche un segno dell’età adulta.
I Mambeadores citano spesso certe situazioni proverbiali che illustrano l’importanza di avere tabacco. In una di queste situazioni, un anziano irritabile chiede a un giovane di parlare in anticipo del mambeadero per mostrargli che le sue parole provengono da una vera sostanza. Il vecchio dice così: “Dov’è la sua forza? Dov’è che cosa lo fa parlare? ”Quando il proverbiale giovane ammette di non avere né ambizioni né coca da mostrare, il vecchio lo mette in imbarazzo, sostenendo che le sue parole sono bugie che non porteranno buoni risultati e che dovrebbe rimanere in silenzio. L’uomo che possiede un contenitore con ambil, dimostra di aver prodotto con successo tabacco. Questo a sua volta è la prova della volontà di lavorare duro … Un giovane che non ha mostrato questa disposizione o che non manifesta la sua conoscenza attraverso la produzione materiale non deve parlare nel mambeadero. Il suo discorso è ancora debole , la sua moralità ancora non verificata e il suo potere sul mondo, minimo.

#ambil la via degli Dei